Chi siamo

Siamo un gruppo di utenti, operatori, familiari e volontari che il problema della salute mentale ha fatto incontrare nel centro diurno di Selargius.
Certo, le prospettive con cui guardiamo a questa realtà sono diverse, perché sono diversi i nostri ruoli e di conseguenza i nostri livelli di coinvolgimento. Però una cosa è sicura: il nostro è essenzialmente un incontro di persone che hanno aderito ad un progetto che attraverso il sito web “La senti questa voce”, vuole creare un canale di comunicazione che apra lo scrigno delle risorse di ciascuno, spesso celate nei ruoli e nelle categorie del sano e del malato.
Ma sarà mai possibile che “il bello della vita” (come recita la nostra prima rubrica) passi anche attraverso i tanti disagi, più o meno importanti, materiali, psichici ed esistenziali che ci affliggono?
Forse che essi non raffinano la nostra sensibilità e la nostra umanità, fino a farci scorgere colori che sono impercettibili per quelli che hanno sempre vissuto terrorizzati dalla paura della sofferenza?
Questa è un po’ la nostra esperienza e la vorremo comunicare.
Desideriamo che i nostri colori si trasmettano quando scriveremo di musica, tradizioni, narrazioni, ricordi, libri, cultura, spettacolo, arte, benessere e perché no, salute mentale…