Il Diavolo stende la Lupa

A cura di LuNeri97. Il Milan espugna l’Olimpico di Roma, batte i giallorossi di Fonseca per 2-1 e blinda il secondo posto. Vittoria importantissima per i rossoneri, arrivata al termine di un match intenso, emozionante e sul campo di una diretta concorrente per la zona Champions.

Nel primo tempo nel primo quarto d’ora è un monologo milanista; Pau Lopez salva su un tiro velenoso di Rebic al minuto 3, sul corner successivo Tomori segna ma l’arbitro annulla per fuorigioco, al minuto 6 Ibra ruba palla a Pau Lopez ma il suo colpo di tacco finisce sul fondo, al minuto 9 Ibra segna su passaggio di Rebic ma in posizione irregolare e l’arbitro ancora annulla. Dopo il primo quarto d’ora la Roma entra in partita e con Pellegrini (stoppato al momento del tiro prima da Tomori e poi da Tonali) e Mkhitaryan tiro largo di poco da ottima posizione) sfiora il vantaggio,mettendo in difficoltà il Diavolo che non però non sta a guardare e a sua volta con Kjaer (traversa), Ibra (tiro deviato da Pau Lopez in corner) e Saelemaekeers (miracolo di Pau Lopez) sfiora il vantaggio. L’episodio che cambia la partita avviene al minuto 43: pestone di Fazio su Calabria in area, l’arbitro prima lascia correre, poi richiamato dal VAR assegna il calcio di rigore che Kessie realizza per il vantaggio del Milan. Nel secondo tempo il Diavolo sfiora il vantaggio con l’azione travolgente di Theo Hernandez. Come si dice gol sbagliato gol subito e due minuti dopo Veretout pareggia la partita con un destro a giro imparabile per Donnarumma. Il Milan reagisce e al minuto 58 Pau Lopez sbaglia il rinvio, Saelemaekeers serve Rebic che con un movimento da grande attaccante supera Mancini e con un diagonale forte secco e precisissimo batte Pau Lopez per il raddoppio. La Roma prova il tutto per tutto per pareggiarla con Mkhitaryan per 2 volte ma Donnarumma alza la saracinesca.

Tre punti importanti per il Diavolo che nel periodo più difficile, tira fuori l’orgoglio e una prestazione convincente su un campo sempre ostico e difficile e contro un avversario che non perdeva in casa da sedici partite. Di questo passo l’Europa dei grandi si avvicina sempre di più. Ennesimo passo falso contro le big per la Lupa che per puntare alla zona Champions deve cambiare passo contro le sue dirette avversarie.

Roma(3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini; Cristante; Fazio (17’st Bruno Peres); Karsdorp; Villar (25’st El Shaarawy); Veretout (34’st Diawara); Spinazzola; Pellegrini; Mkhitaryan; Borja Mayoral (34’st Pedro); Allenatore Fonseca.

Milan(4-2-3-1): Donnarumma; Calabria; Kjaer; Tomori; Theo Hernandez; Tonali (38’st Meite); Kessie; Saelemaekeers (38’st Castillejo); Calhanoglu (1’st Brahim Diaz); Rebic (22’st Krunic); Ibrahimovic (11’st Leao); Allenatore Pioli.

Statistiche Roma – Milan 1 – 2
  
  Roma Milan
Tiri totali 13 18
Tiri in porta 10 14
Possesso palla 52% 48%
Angoli 5 8
Ammoniti 4 3
legni 0 1
Migliori/voto Veretout 7 Spinazzola 7 Pau Lopez 6,5 Mkhitaryan 6,5 Rebic 7,5 Kessie 7 Donnarumma 7  Tomori 7 Kjaer 7
Peggiori/voto Mayoral 5 Mancini 5 Diaz 5 Calhanoglu5
Condividi su facebook

Post Author: Massimo Gentile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

78 − 68 =