Back to the football!

Il 9 marzo 2020, con l’incontro tra Sassuolo e Brescia, giocato a porte chiuse, si è conclusa la 26^ giornata del campionato di serie A prima della definitiva espansione del Covid 19. Venerdì 12 e sabato 13 giugno 2020, con le semifinali di Coppa Italia Juventus – Milan e Napoli – Inter, che si giocheranno sempre a porte chiuse, si ritorna al calcio giocato! Sono passati tre mesi dall’ultima partita! Una situazione senza precedenti in Italia, visto che dal 12 giugno al 2 agosto 2020 si giocheranno 127 partite in 51 giorni! La serie A riparte dalla Coppa Italia presentando 3 sfide in 5 giorni. Partendo appunto dalle suddette semifinali di ritorno e, di seguito, la finale di Coppa Italia che si assegnerà allo stadio Olimpico di Roma mercoledì 17 giugno. Neanche il tempo di riposarsi che sabato 20 e domenica 21 giugno ricomincia il campionato con i recuperi della 25^ giornata (sono previsti gli scontri Torino – Parma, Hellas Verona – Cagliari, Atalanta – Sassuolo e Inter – Sampdoria, rinviati per oltre tre mesi causa Coronavirus). Da qui in poi inizierà un mini – campionato di 12 partite, una ogni 3 giorni e con sfide importanti per la lotta salvezza, per l’Europa League, per la Champions e per lo scudetto, che si deciderà molto probabilmente il 20 luglio con la sfida Juventus – Lazio.

Riuscirà la Lazio a ritrovare la forma, il gioco e la fiducia che in questi mesi l’ha portata a -1 punto dalla Juventus capolista e a credere allo scudetto?

L’Inter, approfittando di questa sosta, riuscirà a ritrovare l’identità di inizio campionato che la vedeva in lotta per lo scudetto?

L’Atalanta, con il suo meraviglioso modo di giocare a pallone, riuscirà a inserirsi nella lotta scudetto?

La Juventus, approfittando della sosta, riuscirà a far vedere quel gioco che si è visto solo a sprazzi e conquistare il nono scudetto consecutivo?

In questo mini-campionato estivo ci potranno essere sorprese come il Cagliari di inizio stagione o il Parma?

Questa per il momento, è l’unica palla che rimbalza nella mente di tifosi e giornalisti. La parola spetta solo ed esclusivamente al campo… come sempre.

Condividi su facebook

Post Author: Stefano Spiga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

31 − 21 =