Parte il Caravan itinerante La senti questa voce

È l’11 Dicembre 2019, al Centro di aggregazione di via Solferino a Selargius prendono il via gli incontri itineranti di comunità con la presentazione del libro “La Senti Questa Voce” e uno spazio musicale curato dai “The Healing” e i “Conto alla Rovescia”, laboratori musicali permanenti dei Centri Diurni dipartimentali ATS. Un’ora e mezzo di pura lotta contro lo stigma, gentilmente concessa dalla comunità di Selargius, che ci ha accolto calorosamente rendendo l’atmosfera familiare e facendoci sentire a casa.

Sognavo una vita diversa e la vita è stata diversa, intensa, forte ed ho il bisogno di urlare al mondo che esisto, che vivo, che sono, che siamo vivi!

Ci siamo ritrovati per abbattere il muro del nostro disagio, noi persone comuni, comuni mortali, abbiamo gli stessi problemi di tutti gli uomini che vanno piano in un mondo distratto e veloce, ed allora fuori, fuori ad esternare il nostro essere.

Un tempo i panni sporchi si lavavano in famiglia, ma oggi la famiglia è un sistema in crisi, un sistema in tilt, che non ha i mezzi per comprendere e rapportarsi; da sola non riesce a far fronte  alle problematiche di noi ragazzi con disagio psichico, ha bisogno di una rete di sostegno istituzionale e sociale. L’occasione rende l’uomo saggio e la cultura rende liberi, liberi di volare oltre le barriere sociali.

Portare il frutto di un lavoro d’equipe costituito da utenti, operatori e medici in un evento reading (lettura pubblica) e musica, “La Senti Questa Voce”?!

È così che riprendendo il titolo del libro ed il nome del sito web, abbiamo intrapreso il nostro viaggio itinerante, per portare la nostra voce carica di emozioni. Queste consentono di lottare con la malattia: il disagio che ci attanaglia si scioglie non appena parte la musica, non appena l’anima si libera e diventa verbo.

Noi utenti arriviamo da luoghi diversi ed abbiamo storie diverse, ci accomuna la stessa lingua, quella del disagio, così nella nostra redazione lavoriamo a progetti editoriali che collimano in un unico orizzonte: abbattere lo stigma nei confronti dei soggetti psichiatrici, il riscatto, l’integrazione sociale, la vita normale.

La diversità è un plusvalore che ha molto da dare, poiché sviluppa risorse intrinseche e nuove abilità. È questo che comunichiamo: la minoranza è ovunque, non dimenticate il rispetto, non dimenticate mai cosa è il rispetto!

Prossimo appuntamento degli incontri itineranti di comunità, si svolgerà il 9 Gennaio 2020, dalle 17.00 alle 19.30, a Castello Siviller, in via Baronale a Villasor.

Condividi su facebook

Post Author: Stefano Spiga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 7 =